Repubblica del Botswana

Informazioni generali

Nome completo Repubblica del Botswana
Capitale Gaborone
Superficie 581,730/km2
Popolazione 2,209,208
Densità di popolazione 3.7/km2
Tasso di urbanizzazione 1,29%
Maggiori città Gaborone, Francistown, Molepolole, Selebi-Phikwe, Maun, Serowe, Kanye, Mahalapye, Mogoditshane, Mochudi
Suddivisione territoriale 10 distretti: Centrale, Chobe, Ghanzi, Kgalagadi, Kgatleng, Kweneng, Nord-orientale, Nord-occidentale, Sud-orientale, Meridionale, 6 consigli comunali: Francistown, Gaborone, Jwaneng, Lobatse, Selebi-Phikwe, Sowa Town
Paesi confinanti South Africa, Namibia, Zambia, Zimbabwe
Forma di governo Repubblica parlamentare
Religioni ufficiali Cristianesimo 79.1%, Badimo 4.1%, altre 1.4%
Moneta Pula (BWP)
Tasso di cambio 1 USD = 10.7709 BWP; 1 EUR = 11.4304 BWP
PIL 14,390,863.40$
Crescita PIL 3.1 % (2016 est)
Inflazione 3.4% (2016 est)
Disoccupazione 20% (2013)
Lingue ufficiali Inglese
Clima Botswana’s climate is semiarid with warm winters and hot summers. The temperature ranges (daily and annual) are quite high. It is noteworthy that the hottest month is July (24°) and the coldest January (11°)
Festività e orari 1 Gen. Capodanno; Apr. Venerdì Santo; Apr./Mag. Pasqua; 1 Mag. Festa del Lavoro; Mag/Giu. Ascensione; 1 Lug. Festa in onore di Seretse Khama (compleanno del primo presidente); Lug. Festa del presidente; 30 Set. Giornata dell’Indipendenza; 1 Ott. Festa del
Passaporti e visto Necessario passaporto con validità residua di almeno sei mesi
Trasporti 64 aeroporti; 888km di ferrovie; 17,916km di rete stradale
Situazione politica Presidente: Ian Khama, Vice-Presidente: Mokgweetsi Masisi

Perchè Repubblica del Botswana

Economia: il Botswana ha registrato una crescita economica media del 5% annuo nell’ultimo decennio, risultando uno tra i paesi con la più rapida crescita al livello globale. Tuttavia, la forte dipendenza dalle importazioni di prodotti finiti rende il paese vulnerabile alle fluttuazioni del mercato internazionale. La duratura incertezza nei mercati globali e il lento ritmo della ripresa economica nei paesi avanzati continuano ad agire come un freno sulle prospettive economiche del Botswana. La problematica della siccità grava ulteriormente sulle performance economiche, influenzando negativamente anche il settore agricolo. Inoltre, le carenze idriche ed elettriche hanno avuto un impatto sfavorevole sulla produzione industriale, sul commercio, sul turismo, sul trasporto e sul settore della comunicazione. Da un punto di vista fiscale, il Paese ha registrato un deficit dopo tre anni consecutivi di surplus. Gli introiti del governo si basano principalmente su due fonti volatili di flussi di entrate: i ricavi provenienti dall’industria mineraria (che rappresentano quasi il 40% dei ricavi totali) e i ricavi provenienti dalla Unione doganale dell'Africa meridionale (più di un quarto dei ricavi totali).

Principali esportazioni e partners: le esportazioni sono pari al 49,7% del PIL. I principali prodotti esportati sono rame, nickel, diamanti, carne, prodotti tessili, i quali rappresentano circa il 90% del totale delle esportazioni. Le principali destinazioni di esportazione sono: Belgio (23,6% delle esportazioni totali), l'India (20,3%), Stati Uniti (11,5%), Sud Africa (11,3%) e la Namibia (9,9%).1

Principali importazioni e partners: le importazioni sono pari al 49,5% del PIL. Il Botswana importa combustibili, prodotti alimentari, bevande, tabacco, macchine e apparecchiature elettriche, prodotti chimici, prodotti in gomma e veicoli. I suoi partner principali di importazione sono: Sud Africa (60,9% del totale delle importazioni), Canada (10,7%) e Regno Unito (7,7%).1

Settore primario: a causa di frequenti siccità e di tecniche agroindustriali poco moderne e sviluppate, il settore primario ha una bassa produttività, costituendo meno del 4% del PIL. Tuttavia, le colture di cereali (principalmente sorgo, mais e miglio), di girasole e di cotone sono una fonte costante e importante per il settore. In queste colture sono impiegati metodi moderni ed efficienti. Bovini e caprini sono economicamente indispensabili, e forniscono il mercato nazionale di latte, carne e pelli.

Settore secondario: l’industria dei diamanti rappresenta la principale fonte di reddito per il paese ed è in gran parte di proprietà statale o pubblica. I principali giacimenti di diamanti (Jwaneng, Lethakana, Orapa) forniscono ogni anno circa 21 milioni di carati. Notevole è anche l'estrazione di oro, nichel, carbonio, manganese, rame. L'industria è altrettanto sviluppata nei settori tessile e alimentare (carne, birra).

Settore terziario: questo settore è in rapida via di sviluppo e già costituisce più della metà del prodotto nazionale lordo. I flussi turistici, provenienti soprattutto dal Sud Africa, rappresentano un notevole contributo per lo sviluppo economico del paese.

1Fonte: "Botswana Exports" e "Botswana Imports", Trading Economics

Programmi in corso

Impianto di riciclaggio dei pneumatici BOT/016/1710
azienda di riciclaggio di pneumatici di scarto che produce mobili come: porte, sgabelli, mattoni ad incastro di gomma, granuli di gomma, tavolini da caffè solo per citarne alcuni. BOT/002/1709
Soluzioni di pompaggio di pozzi solari BOT/007/1709
Piattaforma di database in energia rinnovabile BOT/006/1709
BOT/005/1709
Soluzione integrata per la gestione dei rifiuti e gas di discarica per l'elettricità in Botswana BOT/004/1709
Promuovere la produzione e l'utilizzo di biogas da Agrowaste nel Botswana sud-orientale BOT/003/1709
Installazione di energia solare in serra BOT/001/1709
Certificazione di ecoturismo in Botswana BOT/008/1710