Forum

Il Min. Gentiloni al Pakistan Trade & Investment Forum
La direttrice UNIDO ITPO Italy, dott.ssa Diana Battaggia al Pakistan Trade & Investment Forum
Con i suoi 200 milioni di abitanti, una crescita del 4.5-6% e i progressi compiuti dal governo in termini di sicurezza e stabilità, il Pakistan rappresenta una "notevole opportunità per le imprese italiane". Lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni aprendo oggi alla Farnesina il 'Pakistan Trade and Investment Forum'. L'Italia, ha sottolineato il ministro, è il terzo partner commerciale nella Ue e tra i primi dieci al mondo. Sul fronte politico Roma e Islamabad condividono valori comuni come "l'impegno di peacekeeping dell'Onu e la lotta al terrorismo", ha spiegato Gentiloni rinnovando "la vicinanza e il dolore dell'Italia per il tragico attentato a Lahore nel giorno di Pasqua".

Tra i settori su cui punta la comunità imprenditoriale italiana che guarda al Pakistan ci sono le infrastrutture, l'agroalimentare, le macchine e le tecnologie per la lavorazione del marmo. "E' questo momento per investire in Pakistan perché sarà un dei migliori mercati dei prossimi 20 anni", ha assicurato il Presidente del Board of Investment del Pakistan, Miftah Ismail, invitando le imprese italiane a "venire e vedere con i loro occhi". Secondo Ismail l'impegno del governo sul piano della sicurezza, del fabbisogno energetico e della stabilità economica ha fatto del Paese "un esempio per tutto il sud est asiatico con un deficit ridotto al 4% del Pil". Entro il 2019, inoltre, l'obiettivo è "soddisfare il bisogno di gas installando nuove impianti dopo i 4 miliardi di dollari spesi per collegare le reti energetiche in Pakistan". (esteri.it)

Why Pakistan

Perchè il Pakistan

Scopri il Pakistan e il suo potenziale mercato per le aziende italiane

Investment Opportunities

Opportunità di Investimento

Gli incentivi, i settori in cui investire e le modalità di accesso ai finanziamenti

Pakistani participants

Delegazione pakistana

La delegazione pakistana che prenderà parte al Trade & Investment Forum

Perchè il Pakistan

  • Regime di libero scambio per favorire gli investimenti.
  • Grande mercato dei consumi.
  • Abbondanti risorse naturali e minerali.
  • Bassi costi di lavoro.
  • Investimenti esteri coperti: Foreign Private Investment & Protection Act 1976; Protezione delle riforme economiche Act 1992.
  • Accordi bilaterali tra Pakistan e Italia su: Protezione dell’investimento; Evitare le doppie imposizioni.
  • Tutti i settori sono aperti agli investimenti.
  • Parità di trattamento per locali e stranieri.
  • Patrimonio estero netto consentito al 100%.
  • Piena rimessa di Capitale, Utili e Dividendi.
  • Incentivi fiscali per l’importazione di capitale per l’acquisto di macchinari e di impianti.
  • Abbondanti risorse naturali e grande estensione territoriale.
  • Ampia disponibilità di manodopera locale.
  • Vasto mercato domestico e in forte espansione.
  • Buone infrastrutture.
  • Posizione strategica come hub regionale.

Con poco meno di 200 milioni di abitanti, il Pakistan rappresenta un enorme potenziale mercato per le aziende Italiane. Il Pakistan richiede nuove tecnologie in ogni settore, e l’elevato feedback dei prodotti italiani, soprattutto macchinari, è riconosciuto e gli imprenditori locali si stanno orientando sempre più verso la qualità, sia per quanto riguarda le prestazioni che per l’affidabilità. Il Pakistan consente all’investitore straniero di detenere il 100% del capitale sociale e trasferire illimitatamente in patria gli utili aziendali. In Italia è presente la seconda comunità pakistana in Europa (con circa 100.000 pakistani residenti in Italia), seconda solo, per ragioni storiche, a quella nel Regno Unito. Si sta lavorando per creare uno stretto legame tra le varie associazioni imprenditoriali che lavorano nelle principali città del Pakistan, per promuovere il commercio e gli investimenti con il nostro paese, anche in stretto collegamento con la comunità imprenditoriale pakistana residente in Italia, che è spesso desiderosa di reinvestire i propri guadagni nel paese natale. Il Paese rappresenta un hub naturale per l’accesso al mercato asiatico, e il recente riavvicinamento con l’India in ambito commerciale ne potrebbe fare, in un prossimo futuro, una base per produzioni dirette verso tutto il sub-continente.

Nonostante lo scenario internazionale a rilento, le previsioni azionarie sul Pakistan registrano dei numeri positivi, incoraggiando quindi le inversioni. È stata registrata una crescita positiva del PIL che è passato dal 4,2% nel 2011 al 6,1% nel 2012, ma nell’anno successivo, a causa dell’instabilità politica e alla crisi di potere, si è assistito ad un decrescimento, fino ad arrivare al 3,9%. Tuttavia nel 2014 il PIL è tornato a registrare tassi di crescita positivi, (+4.2%) specialmente grazie allo sviluppo avutosi nel settore energetico. Il Pakistan ha a sua disposizione una grande quantità di capitale umano qualificato e istruito che giocherà un ruolo essenziale nel futuro economico del paese, anche se attualmente la disoccupazione è in costante aumento e rappresenta uno dei principali problemi del paese.

A causa dell’inflazione incalzante presente nel paese, la State Bank of Pakistan (SBP), in seguito all’ approvazione di un programma di assistenza finanziaria da parte del FMI, ha deciso di focalizzarsi sulla lotta contro l’inflazione, e per questo ha abbassato il tasso d’interesse di dieci punti base, attraverso varie riforme economiche.

L’azione del Governo era rivolta a ridurre il deficit al 4% entro il 2015. La situazione economico sociale ha però mostrato dei miglioramenti sul piano della riduzione dell’inflazione (+5,7% su base annua).

Opportunità di Investimento

Agroalimentare ed Agroindustria

L'Agricoltura che include anche la zootecnia e la pesca rappresenta una posizione rilevante nell'economia pakistana nell'intero processo della meccanizzazione, conservazione, congelazione e refrigerazione, lavorazione e trasformazione, imbottigliamento e packaging.

Farmaceutico

Il settore farmaceutico ha registrato negli ultimi anni tassi di crescita intorno al 15% annuo. Il mercato é in forte espansione e offre interessanti opportunità di collaborazione industriale su licenza con imprese locali.

Energia

I cospicui giacimenti di gas presenti nel paese rappresentano la risorsa più importante per lo sviluppo economico del paese. L'ENI é la più importante realtà economica italiana presente in Pakistan ed é molto attiva sia nel campo dell' esplorazione che della produzione. Grandi potenzialità sono riscontrate anche nel settore delle energie alternative.

Infrastrutture e Costruzioni

Grandi progetti in via di definizione come la costruzione della diga "Diamer Basha" e l'estensione della diga di "Tarbela", realizzazione di strade, ferrovie, condotte energetiche, esplorazione e distribuzione delle risorse idriche in zone rurali e urbane, porti, tra le opportunità più interessanti.

Tessile

Il Pakistan é uno dei mercati chiave a livello mondiale per la produzione tessile a base di cotone e filati sintetici (articoli per la casa, maglieria, abbigliamento). Sussistono ottime opportunità di collaborazione industriale con importanti gruppi locali nella formazione di designers e nella produzione di linee destinati alla grande distribuzione in Nord America, Europa e Asia. Il Governo si é impegnato a fornire il massimo sostegno per la creazione di zone economiche speciali destinate alle lavorazioni tessili.

Marmo

Il paese dispone di grandi riserve di pregiati marmi e graniti e necessita di collaborazione internazionale, in particolare italiana, per fornire macchinari e attrezzature ma, soprattutto, per formare operai locali nelle tecniche di estrazione e lavorazione.

Ceramica

L' industria locale é particolarmente presente nei campi dei componenti industriali, produzione di piastrelle, articoli per la decorazione della casa e sanitari. Le macchine e attrezzature italiane sono ancora poco conosciute e sussistono importanti spazi di crescita per le nostre aziende.

Automobili

L'industria automobilistica del Pakistan offre un ottimo potenziale per le aziende italiane come mercato di sbocco per gli investimenti, e per esplorare concrete opportunità di partnership commerciali, sia nei settori dei componenti per auto che quelli per macchine agricole. L’industria produce componenti per autovetture, trattori, moto, 3 ruote , camion e autobus, di alta qualità conforme alle norme internazionali , come definito dai migliori assemblatori di veicoli a livello mondiale , tra cui Suzuki , Toyota, Honda , Hyundai , Massey Ferguson , Fiat , Hino , Nissan , Isuzu , Daewoo , ecc.

Partecipanti

Programma

DOVE

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

UNIDO ITPO Italy
via Paola 41
00186 Rome, Italy

CONTACTS
Email: itpo.rome@unido.org
Phone: +39 06 6796521
Web: www.unido.it