Bioenergia

Il biogas è una delle fonti alternative più utilizzate per la produzione di energia rinnovabile. E' il frutto della trasformazione di materiale di scarto in gas da parte di piccoli organismi già presenti all’interno dei materiali stessi, in totale assenza di ossigeno. Il biogas possiede un alto potere calorifico e può essere convertito in elettricità e calore. Il residuo della fermentazione è il digestato, un materiale liquido, completamente inodore e ad altissimo valore agronomico, con caratteristiche migliorative rispetto al materiale di partenza. 

Dal 2015 e il 2016 la produzione di biometano in Europa è cresciuta del 40%. La biomassa è utilizzata in tutto il mondo ma lo è principalmente in paesi del terzo mondo come l’India e nel continente africano. L'energia in Africa è prodotta principalmente da biomassa (47%), soprattutto in Africa sub-sahariana, dove oltre l'80% della popolazione fa affidamento su legno, colture e residui animali per soddisfare le esigenze familiari. Tuttavia, ci sono enormi differenze regionali in Africa. In particolare in quei paesi caratterizzati da elevata povertà, la percentuale di biomassa è molto più elevata. Anche la domanda asiatica di biomassa sta crescendo rapidamente. All’interno dell’ Association of Southeast Asian Nations (ASEAN), l'energia da biomassa rappresenta circa il 40% del consumo totale di energia.