Solare

L'energia solare è ricavata dal sole e convertita in energia termale o elettrica. Ci sono due modi principali per generare energia solare: fotovoltaica e energia solare concentrata. La fotovoltaica genera elettricità direttamente dalla luce del sole attraverso un processo elettronico e può essere usato per alimentare qualsiasi tipo di dispositivo, da piccoli circuiti fino a case e grandi attività commerciali. L’energia solare concentrata (ESC) invece fa uso di specchi per concentrare i raggi solari, creando vapore che aziona una turbina e genera elettricità. L’ESC è usata per generare elettricità in centrali elettriche a larga scala.

Botswana

Il Botswana è un membro della Comunità di sviluppo dell’Africa australe (SADC) ed ha inoltre aderito al Protocollo sull’Energia, il quale prevede un’integrazione e cooperazione regionale per lo sviluppo delle energie rinnovabili. L’industria solare in Botswana ha un grande potenziale. Il Paese riceve più di 3200 ore di sole l’anno, con un isolamento medio su superficie orizzontale di 21 MJ7 / m2 e una media di 320 giornate chiare e soleggiate all’anno. Secondo il Botswana Power Corporation il Paese richiede elettricità per 600 MW e dovrebbe aumentare a 700 MW entro il 2019. Il bilancio energetico delle fonti energetiche commercializzate in Botswana è rappresentato per il 75% da fonti di petrolio, elettricità e carbone mentre i combustibili a base di biomassa e combustibile legnoso rappresentano il 25%; l’energia rinnovabile quindi risulta poco utilizzata. Il Botswana nel suo comunicato alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) ha espresso l’intenzione di raggiungere una riduzione globale delle emissioni del 15% entro il 2030, tenendo il 2010 come anno di base. Per quanto riguarda lo sfruttamento dell’energia solare si possono identificare i seguenti obiettivi: • Produzione di energia solare termica; • Costruzione di parchi solari; • Impianti fotovoltaici per la produzione di energia; • Elettrificazione di villaggi rurali senza rete elettrica attraverso installazioni fotovoltaiche; • Introduzione di caldaie solari. Il ruolo potenziale dell’energia solare potrebbe arrivare a coprire la richiesta energetica delle zone rurali. La sua valorizzazione potrebbe alleggerire la pressione sull’utilizzo della legna da ardere. 

Kenya

Il Kenya è caratterizzato da alti livelli di insolazione (circa 4-6kWh/m2/ giorno), con una media di 6/7 ore di picco solare. L'utilizzo dell’energia solare è principalmente riservato a sistemi fotovoltaici, essiccazione e riscaldamento dell'acqua. Questo settore ha acquisito importanza negli ultimi anni, in parte per effetto dell’ Energy (Solar Water Heating) Regulations 2012, che prevede che tutti gli edifici con fabbisogno di acqua calda superiore a 100 litri giornalieri siano dotati di impianti solari termici. Inoltre, il settore dell'energia solare beneficia di dazi e esenzioni fiscali per i prodotti fotovoltaici e di un regime di FiT fisso di 0,12 USD per kWhr per 10 MW. Diverse aziende stanno attualmente operando nel settore dell'energia solare off-grid, utilizzando mini-grid per raggiungere l’obiettivo dell’elettrificazione universale nel Paese. Inoltre, il modello pay-as-you-go, introdotto da M-Kopa Solar, consente alle famiglie a basso reddito, in aree remote, di affittare e, in una fase successiva, di possedere impianti di energia solare domestica.

 

Peru

Grazie alla sua posizione nella fascia tropicale e all’altezza della sua Cordigliera delle Ande che riduce la distanza dai margini dell’atmosfera, il Peru presenta una delle radiazioni solari più alte al mondo, che va dai 5.5 a 6.5 kWh/m2 nelle montagne, 5.0 a 6.0 kWh/m2 lungo la costa e 4.5 a 5.0 kWh/m2 nella foresta amazzonica. Le aree del Peru con le più grandi risorse per l’energia solare sono quelle della costa meridionale vicino a Arequipa, Moquegua y Tacna. In queste aree la radiazione media annua è di 250 W/m2.

Questo incredibile potenziale per la produzione di energia solare è stato solo parzialmente realizzato.

Nel 2019, l’energia solare è arrivata a coprire l’1,3% della domanda di elettricità in Peru, attraverso 762GWh generati da impianti fotovoltaici. L’uso principale dell’energia prodotta era relative a telecomunicazioni e settori industriali quali l’agricoltura, il settore minerario e il pompaggio di acqua. Negli anni passati, l’energia solare ha anche acquisito un’importanza maggiore per l’elettrificazione delle aree rurali disconnesse dalla rete nazionale, chiamato il ‘Sistema Eléctrico Interconectado Nacional’.

 

Radiacion Solar por Departamiento - DeltaVolt

Radiacion por Mes y Anual - DeltaVolt

Electrificacion Rural - Más de 242 localidades rurales electrificadas con paneles solares en 2018 – AutoSolar Peru

Perú tiene la radiación solar más alta del mundo y esta es la principal consecuencia para la salud - Actualidad

El desarrollo de la energía solar en el Perú – Grupo de Apoyo al Sector Rural

Kazakhstan

Il potenziale dell'energia solare è grande in tutto il vasto territorio del Kazakistan; ci sono alti livelli di irraggiamento solare nella maggior parte delle regioni del paese. Tuttavia, dal momento che il Kazakistan si trova nell'emisfero settentrionale, la tendenza generale è quella di sviluppare fonti solari nel sud, come nell'area di Burnoye vicino a Shymkent. Ciò aiuta ad affrontare gli squilibri nella rete energetica. Ciò nonostante, l'attuale totale della capacità di energia solare installata nel paese è bassa, 209 MW, con un gran numero di progetti che dovrebbero iniziare I lavori entro il 2020. Il numero di ore di sole è 2.200-3.000 all'anno e l'energia della radiazione solare è 1.300– 1.800 kW / m2 / anno. Secondo gli esperti, il potenziale di energia solare del Kazakistan è stimato tra 3,9 e 5,4 TWh, ovvero circa il 5% del consumo energetico annuale.