Warning: include(ita.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.unido.it/home/MenaEnergy/country.php on line 16

Warning: include(ita.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.unido.it/home/MenaEnergy/country.php on line 16

Warning: include(): Failed opening 'ita.php' for inclusion (include_path='.:/php5.6/lib/php/') in /web/htdocs/www.unido.it/home/MenaEnergy/country.php on line 16
Fostering international partnerships between companies from MENA countries and Italian stakeholders operating in energy and sustainable development

Tunisia

Informazioni generali

Nome completo Repubblica tunisina
Capitale Tunisi
Superficie 163.610 km2
Popolazione 11.49 millions
Densità di popolazione 70.26 km2
Maggiori città Tunis, Hammamet, Tabarka, Susa, Sfax, Qayrawan
Paesi confinanti Libya, Algeria
Forma di governo Repubblica Presidenziale
Religioni ufficiali Musulmana
Moneta Tunisian Dinar (TND)
Tasso di cambio 0.34 US Dollars (=1 Tunisian Dinar)
PIL 42.06 billion USD
Crescita PIL 1.9%
Inflazione 4.95%
Lingue ufficiali Arabo tunisino, Francese Commerciale
Situazione politica La Tunisia ha saputo gestire in maniera controllata il processo di transizione democratica avviato nel 2011, impegnandosi per garantire la continuità e il rispetto dei diritti umani. La via per il consolidamento delle istituzioni democratiche è stata avviata dall’adozione, nel gennaio 2014, di una nuova Costituzione, garante dei diritti e delle libertà dei cittadini e alla base della riorganizzazione amministrativa del Paese. Le successive elezioni parlamentati e presidenziali hanno portato alla maggioranza parlamentare del partito laico Nidaa Tounes e all’insediamento alla Presidenza della Repubblica di Beji Caid Essebsi. Un generale accordo tra le maggiori forze politiche del Paese punta ad assicurare una relativa stabilità che consenta alla Tunisia di rimettersi sulla via dello sviluppo economico e adottare le necessarie riforme sul piano sociale. Si registrano di recente positivi segnali di ripresa del sistema economico, duramente colpito dall’impatto degli attacchi terroristici del 2015 a partire dal comparto turistico. Dal 2016 il Paese è guidato da un governo di unità nazionale presieduto da Youssef Chahed, che gode del sostegno di un’ampia maggioranza parlamentare che assicura l’appoggio alle ambiziose riforme messe in campo. Il Governo ha adottato un’importante legge sugli investimenti e si attendono ulteriori avanzamenti in materia di lavoro e funzione pubblica. Nel 2017 è stata inoltre lanciata una campagna di lotta alla corruzione.

Perchè Tunisia

Opportunità di investimento in Tunisia

A settembre 2016 è stato adottato un nuovo Codice degli Investimenti (Legge 2016-71 del 30.9.2016, pubblicata sul Jort N. 82 del 7.10.2016) per aumentare l'attrattività economica del Paese attraverso la rimozione degli ostacoli amministrativi. Secondo la nuova normativa l'accesso al mercato è generalmente libero tranne che per alcune specifiche attività economiche per le quali è obbligatoria un'autorizzazione. Ad aprile 2017 sono entrati in vigore i 3 decreti attuativi NN. 388, 389, 390 del 9.3.2017. La Tunisia costituisce una potenziale "piattaforma" per l'approccio ai mercati contigui, grazie agli accordi bilaterali e multilaterali esistenti con i Paesi dell'UMA (Unione Maghreb Arabo). L'Accordo di Agadir in particolare, stipulato tra Tunisia, Marocco, Egitto e Giordania prevede la libera circolazione di beni industriali tra i quattro Paesi firmatari a partire dal 1° gennaio 2005.

STÉ Rawen 300m TDN TUN/387/T/16-06
Nopal Bio TUN/383/T/16-06
Spiruline Gatrana TUN/381/T/16-06
Société Nopal Zaafrana 220.000 TND TUN/376/T/16-06
Omega Tunisie 200 000 DT TUN/385/T/16-06
Noumidia Marbre 1.040.000 TND TUN/379/T/16-06
Sté le Marbre Brin 2 000 000 € TUN/378/T/16-06
Rakmy Electronics 950.000 TND TUN/386/T/16-06
Geomatics Engineering 184.000 MDT TUN/382/T/16-06
Newest Technology Test 280.000 TND TUN/380/T/16-06
Medpyc S.A 600.000 € TUN/384/T/16-06
Sotulin SA 6.200.000 TND TUN/377/T/16-06