Presentazione della nuova normativa sugli Investimenti esteri a Cuba e opportunita’ di business

Roma - 30 Giugno 2014

Presentazione della nuova normativa sugli Investimenti esteri a Cuba e opportunita’ di business

Farnesina, 30 Giugno 2014. Tappa a Roma per il vice ministro del Commercio estero di Cuba, Ilena Nunez Mordoch, in tour presso le principali capitali europee per presentare la nuova normativa sugli investimenti esteri, alla luce del processo di riforma economica in atto nell'isola caraibica. La presentazione alla Farnesina è stata organizzata dall'Unido (Organizzazione dell'Onu per lo sviluppo industriale) e dall'ambasciata di Cuba in Italia, in collaborazione con i ministeri degli Esteri e dello Sviluppo economico, l'Ice e l'Iila (Istituto italo latino americano).

Come ha sottolineato Luigi Marras, direttore generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali della Farnesina, "l'Italia conserva delle relazioni positive con Cuba in numerosi campi di cooperazione internazionale, in particolare modo per quanto riguarda la cooperazione imprenditoriale. In questo contesto, l'espansione della rete dei partenariati costituisce un passaggio importante per rilanciare la posizione di Cuba nel contesto internazionale e per far sì che il Paese possa cogliere al meglio le opportunità che si potrebbero presentare".

"L'auspicio - ha aggiunto - è che la visita del viceministro sia un primo ma importante passo per rinnovate relazioni tra i due Paesi e spero che la collaborazione possa caratterizzarsi per continuità e crescere ulteriormente, fungendo da strumento per sviluppare nuove forme di cooperazione in tutti i campi".

La nuova legge sugli investimenti stranieri rientra nel più ampio programma di attualizzazione del modello economico cubano, "un processo importante, di grande rilievo per l'economia cubana perché facilita la modernizzazione e potenzia le capacità produttive" del Paese, ha affermato Giuseppe Tripoli, il direttore generale per le Politiche di Internazionalizzazione e la Promozione degli scambi del ministero dello Sviluppo economico, ricordando che "gli scambi tra i due Paesi sono già importanti ma possono crescere ancora, non solo sul piano commerciale ma anche sul versante della cooperazione e collaborazione". Da parte sua, la direttrice dell'Ufficio italiano per la Promozione Tecnologica e degli Investimenti dell'Unido, Diana Battaggia, ha espresso soddisfazione per il gran numero di imprenditori presenti all'evento, mettendo l'accento sulle "risorse inespresse" in diversi settori cubani che "possono rappresentare le basi di una proficua cooperazione", in un'ottica che "identifica le imprese sempre più come motore di sviluppo".

Presentando alla platea le nuove misure messe in campo dall'Avana, Nunez Mordoche, ha sottolineato come la promozione degli investimenti stranieri a Cuba sia "un'azione strategica" per il governo, con l'obiettivo di "modernizzare l'economica, creare nuovi posti di lavoro, sviluppare le infrastrutture". Nell'illustrare il contesto nazionale, il quadro normativo, le opportunità di investimenti nella zona speciale di sviluppo del Mariel e le possibilità di affari in specifici settori dell'economia cubana, la vice ministro ha indicato tra gli altri il turismo, il settore agricolo e forestale, l'industria alimentare, la farmaceutica e biotecnologica, il sistema industriale, le costruzioni, le energie rinnovabili e il settore minerario. (fonte MilanoFinanza.it)

Legge degli Investimenti esteri di Cuba »

Legge degli Investimenti esteri di Cuba in spagnolo »

Legge degli Investimenti nella zona di sviluppo economico Mariel »

Programma Roma, 30 giugno »